Asse pelle - intestino: cosa devi sapere sull'argomento?

L'intestino umano ospita un vasto e complesso ecosistema microbico costituito da innumerevoli specie commensali che contribuiscono, unit...



L'intestino umano ospita un vasto e complesso ecosistema microbico costituito da innumerevoli specie commensali che contribuiscono, unitamente alla corretta funzionalità intestinale, a mediare i disturbi di natura cutanea avvalorando così l'ipotesi dell'esistenza di un possibile asse pelle-intestino. 

Molti fattori (dieta, ansia e stress in primis) possono però alterare il microbiota intestinale che può, a sua volta, agire direttamente o indirettamente sulla pelle contribuendo così alla fisiopatologia di affezioni cutanee quali acne, dermatite atopica e artrite psoriasica. 

La struttura della pelle 

La pelle è un elemento fondamentale per la salute e il benessere della persona; in condizioni di omeostasi, difende l'organismo da microrganismi patogeni, mantiene l'equilibrio idrico e regola la temperatura corporea. Copre una superficie di circa 2 mq ed è un organo in continua evoluzione formato da tre diversi strati (epidermide, derma e ipoderma) costituiti, a loro volta, da più sottostrati. 

L'epidermide, visibile a occhio nudo, è costituita da cinque sottostrati di cellule cheratinocitiche. 



Queste unità, prodotte nello strato più interno o basale, migrano verso la superficie della pelle e nel contempo sono oggetto di maturazione e trasformazioni morfologiche (processo di cheratinizzazione o corneificazione) che rendono ogni sottostrato diverso dagli altri. 

In ultima analisi, si distinguono strato basale, strato spinoso, strato granuloso, strato lucido e strato corneo. Quest'ultimo è costituito, a sua volta, da circa 15 strati di corneociti tenuti insieme da lipidi epidermici secondo un modello “mattone-malta”, dove le cellule rappresentano i mattoni, mentre ceramidi, colesterolo, acidi grassi ed esteri del colesterolo sono la malta. 

Quando il rinnovamento epidermico funziona correttamente e viene dunque garantita l'omeostasi, lo strato corneo assolve pienamente le proprie funzioni (limita l'evaporazione, preserva l'umidità della pelle e protegge il corpo da agenti patogeni). 

Il derma si trova al di sotto dell'epidermide, possiede una consistenza più spessa ed è formato da due diversi strati contenenti vasi sanguigni e linfatici, fibre muscolari, terminazioni nervose, ghiandole sebacee e sudoripare e follicoli piliferi. L'ipoderma è invece formato da grasso e tessuto connettivo, comprende vasi sanguigni e linfatici ed è adibito a conservazione del calore e protezione organi interni in caso di eventuali traumi. 

Il legame tra malattie della pelle e intestino 

I disturbi a carico dell'apparato gastrointestinale possono riflettersi, come ampiamente dimostrato, sulla pelle. 



Le malattie infiammatorie dell'intestino provocano, per esempio, pioderma gangrenoso, eritema nodoso, sindrome di Sweets e lesioni orali; in modo analogo, la celiachia è spesso associata a dermatite erpetiforme, alopecia, vitiligine, danni alla mucosa orale e psoriasi. 

Alcuni recenti studi hanno, inoltre, portato alla luce un interessante legame tra artrite psoriasica e disturbi intestinali. Nei soggetti colpiti da tale affezione si evidenziano, difatti, diminuzioni delle concentrazioni di Akkermansia, Ruminococcus e Pseudobutyrivibrio con conseguente perdita da parte dell'intestino della capacità di regolare la risposta immunitaria. L'acne è, invece, molto spesso associata a proliferazione batterica intestinale (SIBO) e infezioni sostenute da Helicobacter pylori. 

Il legame tra l'affezione della pelle e le disfunzioni gastrointestinali sembra avere origine, come dimostrano diversi studi sperimentali, nel cervello: lo stress altera difatti il microbiota intestinale (Lactobacillus e Bifidobacterium) aggravando l'acne. 

Lo stress psicologico induce, inoltre, i microbi intestinali a produrre neurotrasmettitori (acetilcolina, norepinefrina, serotonina) che, oltrepassata la barriera intestinale, penetrano nel flusso ematico causando infiammazioni sistemiche. 

La patogenesi dell'acne sembra, infine, essere correlata alla dieta seguita: i regimi alimentari occidentali ad alto tenore di carboidrati raffinati, latticini, cioccolato e grassi saturi possono, difatti, aggravare il disturbo attivando segnali metabolici correlati ai nutrienti. 

La flora batterica associata a tali diete favorisce, inoltre, lo sviluppo della malattia: regimi alimentari ad alto contenuto di grassi danneggiano il microbiota intestinale e favoriscono un aumento della concentrazione di lipopolisaccaridi provocando così infiammazione sistemica, compromissione dell'integrità epiteliale del colon e alterazione della funzione di barriera, diminuzione spessore del muco e aumento secrezione citochine pro-infiammatorie. Allo stato dell'arte esiste, infine, una correlazione ben documentata tra disbiosi intestinale con ridotta varietà microbica della flora e affezioni di natura infiammatoria come la dermatite atopica. 

Il microbioma intestinale svolge, dunque, un ruolo cruciale nello sviluppo della malattia perché le sue alterazioni si riflettono sull'equilibrio del sistema immunitario attraverso la produzione di metaboliti e la conseguente infiammazione del microambiente.

La disbiosi intestinale e il sistema immunitario squilibrato favoriscono, in ultima analisi, il naturale decorso della malattia. L'uso di probiotici come possibile trattamento in caso di dermatite atopica è al vaglio della comunità scientifica, ma i risultati attuali non permettono di trarre conclusioni certe. 3. La salute della pelle e i probiotici Diversi studi evidenziano il ruolo cruciale dei probiotici nella gestione dei disturbi cutanei. Le specie batteriche disponibili sono innumerevoli, ma il Lactobacillus e il Bifidobacterium sembrano giocare un ruolo fondamentale per la buona salute della pelle. 

L'assunzione di Lactobacillus brevis per 12 settimane limita per esempio, come conferma un interessante studio, la perdita d'acqua attraverso l'epidermide garantendo così una corretta idratazione; effetti simili si roscontrano con terapie integrative a base di Lactobacillus Plantarum. L'assunzione di tali integratori unitamente al consumo di alimenti a base di probiotici (crauti, kefir, miso) è, dunque, fondamentale per avere un microbiota intestinale sano e variegato che si riflette positivamente sulla pelle. 

Conclusioni 

L'intestino e la pelle possiedono una serie di caratteristiche comuni (sono altamente vascolarizzati e innervati e in entrambi risiedono comunità microbiche distinte) e il loro corretto funzionamento è indispensabile per garantire l'omeostasi e la sopravvivenza del corpo. 

Eventuali alterazioni a carico del microbiota intestinale possono, però, causare una cascata di reazioni infiammatorie seguite dall'insorgenza di manifestazioni cutanee quali acne, artrite psoriasica e dermatite atopica. 

Una diagnosi precisa e puntuale del disturbo gastrointestinale è, dunque, fondamentale per poter curare la pelle intervenendo, per esempio, con una terapia integrativa e una dieta entrambe a base di probiotici. 

Bibliografia 

1. Iman Salem, Amy Ramser, Nancy Isham, and Mahmoud A. Ghannoum, The Gut Microbiome as a Major Regulator of the Gut-Skin Axis 

2. Alexandra R Vaughn, Manisha Notay, Ashley K Clark, Raja K Sivamani, Skin-gut axis: The relationship between intestinal bacteria and skin health 

3. So-Yeon Lee, Eun Lee, Yoon Mee Park, and Soo-Jong Hong, Microbiome in the Gut-Skin Axis in Atopic Dermatitis 

4. Young Bok Lee, Eun Jung Byun, and Hei Sung Kim, Potential Role of the Microbiome in Acne: A Comprehensive Review 

5. Masahiro Ogawa, Asako Saiki, [...], and Takeshi Nakamura, Effects of oral intake of heat-killed Lactobacillus brevis SBC8803 (SBL88™) on dry skin conditions: A randomized, double-blind, placebo-controlled study 6. Iman Salem, Amy Ramser, [...], and Mahmoud A. Ghannoum, The Gut Microbiome as a Major Regulator of the Gut-Skin Axis 7. 

Nome

#microbiota #stress #dieta #intestino,10,#microbiota #stress #dieta #intestino #glutensensitivity,1,Alcol,1,Alitosi,1,botulino,1,brodo di ossa,1,candida,1,crasso,1,DIETA GAPS,1,DIGIUNO INTERMITTENTE,1,disbiosi,5,fegato microbiota steatosi intestino NAFLD leaky gut,1,fermentati,1,fervida,1,Glifosato,1,INSULINA,1,intestino,5,ipocloridria,1,leaky gut,5,leaky gut.,3,MALATTIE AUTOIMMUNI,1,microbiota,8,permeabilità intestinale,7,SIBO,11,SOSINTESTINO,7,Stipsi,1,tenue,2,Valvola ileocecale,1,vulvodinia,1,Zucchero,1,
ltr
item
SOS INTESTINO: Asse pelle - intestino: cosa devi sapere sull'argomento?
Asse pelle - intestino: cosa devi sapere sull'argomento?
https://1.bp.blogspot.com/-VaYWzzeNSiE/X5wwZPGHmvI/AAAAAAAAAg0/i9HaN-K5x9E1KlEOJ0gZE1fDuYG1fGKKgCNcBGAsYHQ/w640-h360/microbiota%2Be%2Balcol%2B%25283%2529.png
https://1.bp.blogspot.com/-VaYWzzeNSiE/X5wwZPGHmvI/AAAAAAAAAg0/i9HaN-K5x9E1KlEOJ0gZE1fDuYG1fGKKgCNcBGAsYHQ/s72-w640-c-h360/microbiota%2Be%2Balcol%2B%25283%2529.png
SOS INTESTINO
https://www.sosintestino.com/2020/12/asse-pelle-intestino-cosa-devi-sapere.html
https://www.sosintestino.com/
https://www.sosintestino.com/
https://www.sosintestino.com/2020/12/asse-pelle-intestino-cosa-devi-sapere.html
true
3733848087515941236
UTF-8
Loaded All Posts Not found any posts Vedi Tutti Leggi tutto Reply Cancel reply Delete By Home PAGES POSTS Vedi Tutti RECOMMENDED FOR YOU LABEL ARCHIVE SEARCH ALL POSTS Not found any post match with your request Back Home Sunday Monday Tuesday Wednesday Thursday Friday Saturday Sun Mon Tue Wed Thu Fri Sat January February March April May June July August September October November December Jan Feb Mar Apr May Jun Jul Aug Sep Oct Nov Dec just now 1 minute ago $$1$$ minutes ago 1 hour ago $$1$$ hours ago Yesterday $$1$$ days ago $$1$$ weeks ago more than 5 weeks ago Followers Follow THIS PREMIUM CONTENT IS LOCKED STEP 1: Share to a social network STEP 2: Click the link on your social network Copy All Code Select All Code All codes were copied to your clipboard Can not copy the codes / texts, please press [CTRL]+[C] (or CMD+C with Mac) to copy Table of Content